Seleziona una pagina

COME SCEGLIERE IL DENTISTA (PARTE 2)

ARRIGO PERONDI

AUTORE

Bentornati e ben trovati!
Questa è la seconda parte di un argomento molto importante, se non avete visto l’altro video o letto l’articolo fatelo prima di iniziare.

Frequentemente, oggigiorno, rimango disorientato dal fatto che tutti si informano di tutto, prima di effettuare un acquisto o una terapia, ma poi permettono di farsi “mettere in bocca” cose di cui non sanno assolutamente nulla; iniziate perciò a chiedere quali materiali, prodotti, brand verranno utilizzati per realizzare i vostri manufatti, esigetene la certificazione…perché, vedete, c’è molta differenza tra un tipo di produttore ed un altro, non solo nell’implantologia, ma addirittura anche nella conservativa (materiale per l’otturazione), nella protesi (capsule, intarsi).
Questa “disuguaglianza” non farà soltanto la “differenza” a livello di costo, ma soprattutto a livello di durata e di qualità della vostra riabilitazione e di conseguenza della vostra vita.

Quindi chiedete!

Dopodiché acquisite queste informazioni, andate su Google dove avrete modo di capire se il prodotto che vi è stato messo in bocca è un prodotto di livello medio-alto (sulla salute non si può prendere in considerazione un prodotto basso!) o no.
Questo modo di agire sarà a garanzia vostra e non scortesia nei confronti del professionista perché il professionista “serio” che non ha nulla da nascondere non avrà problemi a darvi tutte le delucidazioni possibili anzi, per lui, sarà motivo di vanto e di lustro!

Ora passiamo all’ultimo punto, il tasto dolente: il prezzo!
Vi prego, evitate di farvi abbindolare dagli “specchietti per le allodole” lavori immediati pubblicizzati come la soluzione dei vostri mali a un prezzo ridicolo.

Partiamo dal presupposto che purtroppo, ma questo vale per tutti gli aspetti della vita, nessuno regala niente e la qualità si paga; in secondo luogo, molte volte questi lavori (da pagare guarda caso in anticipo!) sono lavori provvisori, il che vuol dire che passato un lasso di tempo, più o meno lungo, dovrete effettuare un lavoro definitivo, con vostra somma sorpresa che pensavate, invece, di aver concluso.

Voglio chiarire che avere un provvisorio non significa che i denti siano esteticamente non gradevoli e funzionali, ma che siano realizzati con materiali di durata limitata nel tempo perché presuppongono, dopo un determinato periodo, la sostituzione.
Quindi se questo vi verrà spiegato, una volta informati sarete voi a decidere
Se, invece, ciò dovesse venir meno, sarebbe un comportamento deontologicamente scorretto e potreste avere successivamente delle brutte sorprese e in quel caso anche il risparmio andrebbe a “farsi friggere”!

Concludendo cercate di trovare un professionista che non vi alletti con super sconti e soluzioni che potrebbero essere provvisorie, ma vi faccia un piano di trattamento completo, in modo che voi sappiate quanto dovrete spendere, nel complesso, per ripristinare la vostra salute orale e a quel punto sedendovi insieme a lui concordate:
– di pianificare il lavoro per fasi, in modo che possiate avere la bocca sempre in ottime condizioni, sia dal punto di vista estetico che funzionale,
– i pagamenti in modo preciso, corretto e puntuale, senza che tutto questo vada a gravare sulla vostra economia familiare. Sappiamo, infatti, che il momento storico non è facile e per questo, a maggior ragione, non si possono “buttare” i soldi, ma devono essere spesi nella consapevolezza di raggiungere, nel modo su descritto, nel corso di mesi o forse anche di anni, un risultato finale che sarà definitivo e di eccellenza, grazie alla perizia e competenza del professionista, ma anche al rapporto interpersonale che si sarà instaurato tra di voi.

Bene, un po’ di spunti su cui riflettere ve li ho dati, adesso sta a voi mettere in ordine le idee.


A presto
Arrigo

ARTICOLI CORRELATI

IL PASSAPORTO IMPLANTARE

Tutti conoscono l’esistenza dei passaporti personali, ma pochi ancora sanno che esistono anche i passaporti implantari.
Il passaporto implantare racchiude le specifiche dell’impianto che vi è stato posizionato all’interno della bocca: marca, modello, lunghezza, diametro, ossia tutto quello che serve all’odontoiatra per capire di cosa si tratti e come intervenire.

leggi tutto

COME SCEGLIERE IL DENTISTA (PARTE 1)

Oggi andremo a valutare quali aspetti sono fondamentali per la scelta di uno studio odontoiatrico e quindi del dentista.
Prima di tutto bisogna valutare l’ambiente: lo studio deve essere pulito, ordinato e tutto lo strumentario imbustato, sigillato e sterilizzato (per capire come si fa a riconoscere uno strumentario sterilizzato andate a vedere il mio video dedicato), 

leggi tutto

PARLIAMO DI … POSTURA

Cosa si intende per postura?

Io amo definirla come il modo in cui il nostro corpo occupa lo spazio che lo circonda!
Facciamo un esempio. Una serie di barattoli di conserva possono occupare lo stesso volume in maniera diversa: potrebbero essere “impilati” l’uno sull’altro in modo allineato o disallineato.

leggi tutto